6 consigli pratici per non sprecare acqua in casa

Secondo le stime dell’Istat, ogni italiano consuma, stando in casa, circa 200 litri di acqua al giorno, uno spreco che potrebbe essere decisamente più contenuto se si prestasse attenzione alle piccole azioni quotidiane. Basterebbe, difatti, saper scegliere elettrodomestici adeguati (magari di classe A + o superiore), innaffiare le piante la sera o dosare nel modo corretto l’acqua mentre si lavano i piatti a mano.

Risparmiare l’acqua, quel cosiddetto “oro blu”, indispensabile per la nostra esistenza, riduce il peso delle bollette giovando sia al nostro portafoglio che alla salute dell’ambiente.

Ecco alcuni semplici accorgimenti dal risultato garantito:

Rubinetti

È assolutamente consigliabile applica ai rubinetti degli aeratori, questi misceleranno l’aria con l’acqua riducendone flusso e schizzi e permetteranno di risparmiare decine di migliaia di litri all’anno. Il costo è molto contenuto e non supera in ogni caso i 2 euro per esemplare, possono essere acquistati nei negozi di ferramenta o casalinghi e sono facilissimi da montare. Per quel che riguarda il lavaggio dei piatti, della frutta e della verdura invece, utilizzate una bacinella e limitate l’acqua corrente al momento del risciacquo.

acqua-sprechi-640x512

Doccia e vasca

Preferite la doccia alla vasca. E’ vero che dopo una giornata faticosa, se avete la possibilità, rinunciare a un bagno caldo in nome di un risparmio economico futuro non è affatto facile eppure, fare questa scelta, consentirebbe di risparmiare ben 23 metri cubi di acqua all’anno. E per essere ancor più certi del risultato potreste applicare tra il rubinetto e il tubo della doccia dei riduttori di flusso o comprare direttamente le doccette dotate di un limitatore di portata. Una soluzione ulteriore è rappresentata dal sistema a interruzione rapida del flusso, ovvero un interruttore che blocca momentaneamente l’erogazione.

Elettrodomestici

Cerca di azionare gli elettrodomestici, rigorosamente di classe energetica superiore alla A, solo a pieno carico.

Sciacquone

Il 30% dei consumi di acqua potabile è riconducibile al WC, non una stima da poco, motivo per cui l’installazione di cassette di risciacquo che permettono di ridurre i volumi di scarico costituisce una notevole risorsa. Sono da preferire quindi gli sciacquoni di ultima generazione che grazie al pulsante di interruzione del flusso impediscono lo sperpero di circa 35 metri cubi di acqua all’anno a famiglia. E se stai installando uno scarico a cassetta opta per quelli dotati di una capacità non superiore a 6 litri.

Giardino

Se avete un vasto giardino e necessitate di un impianto di irrigazione preferitene uno a goccia, mentre se dovete limitarvi ad innaffiare qualche vaso utilizzate l’acqua piovana limitatamente alle ore serali, momento in cui l’acqua evapora meno.

Infine:

Provvedete a una corretta manutenzione, poichè un rubinetto che perde una goccia al secondo disperde in un anno circa 5.000 litri.

Comunque risparmiare sulla bolletta, sia essa del gas oppure elettrica, è più semplice se si sceglie in modo oculato un fornitore che consenta di monitorare costantemente i vostri consumi e accrescere le nostre consapevolezze.

In evidenza