Bollette troppo alta? 3 modi per ridurre la bolletta della luce

Avete ricevuto una bolletta molto più alta del previsto? Non vi ritrovate rispetto all’energia consumata effettivamente nel periodo considerato e le vostre tariffe? Se è incluso un conguaglio, potrebbe essere utile valutare altre ipotesi che permettono di capire come abbassare le bollette della luce. Leggete tutto con calma e fate attenzione che non si tratti di una richiesta di pagamento relativa a una fattura per l’elettricità già pagata o che non sia una richiesta di pagamento da parte di fornitori diversi per lo stesso periodo di tempo (in questo caso si profila la cosiddetta “doppia fatturazione”). Se volete comprendere come abbassare le bollette della luce, occhio anche agli addebiti di servizi non richiesti e al saldo superiore rispetto ai consumi effettivi. Se, per conguaglio o per effettivi consumi, vi tocca pagare la somma in evidenza, potreste pensare di procedere pagando a rate. Informatevi e prendete anche in considerazione la possibilità di cambiare compagnia. 

Cosa fare se la bolletta della luce è troppo alta?

Oltre alla situazione contingente, con i prezzi di elettricità e gas schizzati alle stelle, tra conflitto russo-ucraino e recessione mondiale, è utile domandarsi come abbassare la bolletta della luce e adottare buone pratiche. Innanzitutto fate caso se la bolletta non arriva nei tempi fissati nelle condizioni contrattuali (in base al bimestre, al trimestre o altra periodicità). Se non la ricevete da qualche tempo, è bene contattare il fornitore. Se trovate che l’importo sia eccessivo, rispetto all’autolettura del contatore, per far fronte all’aumento della bolletta della luce potete fare un reclamo nelle modalità previste dal vostro fornitore. Controllate che siano state applicate in modo corretto alcune condizioni contrattuali come quelle per non residenti o quelle non per uso domestico ma per altri usi. 

Anche per capire come abbassare la bolletta della luce è proprio da quest’ultima che bisogna partire. Il totale da pagare non si basa solo sui consumi netti, ma su spese aggiuntive e sull’IVA che si sommano alla vendita effettiva di energia, la voce principale della bolletta. Dunque per capire il costo di vendita in kWh, che ovviamente incide sul calcolo della bolletta della luce, occorre isolare il costo di vendita da tutte le altre voci. La bolletta riporta sia i costi in euro sia il totale dei kWh consumati. Per conoscere il consumo unitario e il relativo costo, quindi, bisognerà dividere il valore riportato alla voce di vendita della corrente per il numero di kWh consumati nello stesso periodo. Questo valore è indicativo esclusivamente del prezzo netto dell’energia elettrica.

Come funziona abbassa la bolletta?

Ad aprile 2022 il provider Wekiwi, unico operatore nazionale interamente digital, si è aggiudicato la settima edizione di Abbassa la bolletta, il gruppo d’acquisto per l’energia promosso da Altroconsumo. Per aiutare i consumatori a comprendere come abbassare la bolletta della luce e risparmiare sulla spesa annuale di energia elettrica e gas, l’associazione ha organizzato un gruppo d’acquisto energia per acquistare un prodotto o un servizio da un unico fornitore, selezionato sulla base di criteri di economicità e standard qualitativi specifici. Successivamente è stato fatto un confronto tra bollette della luce tra i numerosi operatori del mercato nazionale che hanno partecipato all’asta. È risultato che le offerte di Wekiwi – chiare, convenienti e trasparenti – permettono di risparmiare in un anno fino a 170 euro sulla luce e 35 euro sul gas. Grazie al Bonus aggiuntivo riservato ai soci Altroconsumo in un anno, inoltre, è possibile dare un taglio di quasi 240 euro alle bollette dell’energia. 

Come risparmiare sulle utenze domestiche?

Ci sono delle buone pratiche che si possono adottare per capire come abbassare la bolletta della luce e risparmiare concretamente sulle utenze domestiche. In inverno abbassare il termostato da 20 a 19 gradi permette di mettere da parte 110 euro l’anno, a cui se ne possono aggiungere una quarantina se si rinuncia a un’ora di riscaldamento al giorno. D’estate basterebbe impostare il condizionatore non oltre 3-4 gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. E se facessimo docce di 5 minuti e meno bollenti, di 3 gradi inferiori rispetto a quanto siamo abituati di solito, metteremmo nel salvadanaio almeno 250 euro l’anno. Tutti accorgimenti che possono fare la differenza nell’ottica dell’aumento delle bollette luce e gas 2022. Naturalmente, poi, può essere opportuno scoprire anche le proposte di fornitori diversi da quello attuale. 

Le offerte di Wekiwi consentono di andare a capire come abbassare la bolletta della luce con effetti pratici e sono flessibili. Per esempio si può attivare solo l’offerta luce disponibile con l’opzione a prezzo fisso (per 12 mesi) o a prezzo indicizzato (che segue gli andamenti del mercato), solo quella gas o, ancora, entrambe. E qualsiasi opzione si decida di attivare, si potrà gestire il proprio contratto in maniera semplice e immediata, direttamente via web. L’offerta per l’energia elettrica è monoraria, questo ti permette una maggiore flessibilità nei consumi durante tutto l’arco della giornata e in tutti i giorni della settimana. L’offerta luce di Wekiwi è green al 100%, perché proviene totalmente da fonti rinnovabili. Prendi subito contatto

In evidenza