La conservazione delle bollette luce e gas: tutto quello che c’è da sapere

L’importanza della conservazione delle bollette di luce e gas

Dopo avere provveduto al pagamento delle bollette della luce e del gas, è forte la tentazione di liberarsi delle scartoffie relative alle utenze domestiche. Anche se le bollette occupano spazio nei cassetti di casa, è importantissimo conservarle con cura per scongiurare il rischio di dovere pagare due volte lo stesso importo. Infatti, sbarazzarsi della bolletta o dimenticare dove è stata riposta può rivelarsi un vero grattacapo nel momento in cui la società fornitrice dovesse inviare un sollecito o richiedere al cliente di fornire la prova dell’avvenuto pagamento.

Ecco una breve guida per conoscere i tempi di conservazione delle bollette e per scoprire la praticità della bolletta online, sempre a disposizione in quanto archiviata in formato digitale.

Quello che c’è da sapere sui documenti da conservare e sui termini di conservazione

La conservazione dei documenti trova la sua disciplina giuridica nell’articolo 2934 del Codice Civile: i documenti possono essere distrutti al raggiungimento della loro prescrizione. Va da sé che conservare le bollette per il tempo indicato dalla legge mette al riparo da eventuali richieste pretestuose. In linea generale, le bollette relative alle utenze domestiche (gas, energia elettrica ed acqua) devono essere conservate per cinque anni. Lo stesso termine quinquennale vale per i bollettini e i modelli F24 relativi a ICI, IMU e TASI, per le tasse per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, per le ricevute relative alle spese condominiali, per la dichiarazione dei redditi e per le ricevute di affitto.

Per quanto tempo conservare le bollette di luce e gas?

Come già anticipato, le bollette di luce e gas vanno conservate per cinque anni, con l’avvertimento che il termine decorre dalla data di pagamento della bolletta e che, trascorso tale tempo, il fornitore non potrà pretendere alcunché per un arretrato. Guardando nello specifico alla bolletta della luce, l’inserimento in bolletta del canone Rai ha portato con sé una novità sul fronte dei tempi di conservazione che diventano di dieci anni. Se, invece, in bolletta non è presente la voce relativa al canone Rai perché il tributo non è dovuto, resta confermato il termine di cinque anni.

Cosa succede se buttiamo una bolletta?

Può accadere che la società fornitrice solleciti uno o più pagamenti. Se la bolletta è stata buttata, il cliente, anche se certo di avere pagato, non ha più la disponibilità del documento che attesta l’avvenuto pagamento e, di conseguenza, non è in grado di dimostrare di avere adempiuto. La mancata conservazione della bolletta del gas o della luce comporta, in questi casi, il pagamento della somma riportata sulla bolletta maggiorata degli interessi legali e di mora, di eventuali sanzioni e delle spese postali per il sollecito di pagamento.

Se il cliente moroso non paga nonostante i solleciti ricevuti, il fornitore invia una raccomandata di messa in mora con il preavviso di sospensione del servizio di fornitura: se anche quest’ultima comunicazione non sortisce effetto, si giunge al distacco per morosità della fornitura elettrica o del gas.

Bollette online: praticità e velocità

Ricevere le bollette online concretizza la soluzione più conveniente per gestire le proprie utenze. Infatti, la bolletta digitale non costa nulla ed evita l’addebito delle spese di spedizione. Inoltre, riduce l’impiego della carta e scongiura il rischio di ritardi nella consegna. E, aspetto non certo ultimo per importanza, la bolletta web permette di avere lo storico a portata di clic, con la possibilità di recuperare e consultare in ogni momento qualsiasi bolletta.

La bolletta online di wekiwi

Con le migliori tariffe per luce e gas, wekiwi è il primo operatore smart che sfrutta a 360 gradi le funzionalità del web. Le bollette vengono infatti recapitate all’indirizzo di posta elettronica indicato dal cliente, ma sono visualizzabili anche nella propria Area Personale.

Un grande vantaggio delle bollette online è l’efficienza nell’utilizzo delle risorse, inoltre wekiwi offre un’app per monitorare i consumi, la possibilità di scegliere l’importo e la periodicità della Carica per eliminare le fatture stimate e un interessante sconto online riservato ai clienti che contattano l’help desk via e-mail oppure ricorrendo all’app, all’area riservata del sito o ai messaggi privati sui social.

In evidenza