Decreto Rilancio per il settore dell’energia elettrica

Il Decreto Rilancio 2020 è stato introdotto dal Governo per aiutare, con una serie di riforme e di bonus pensati per il Paese, tutta la popolazione ad uscire dalla crisi provocata dalla pandemia di Coronavirus; tale decreto si compone di una lunga lista di punti che mirano al rilancio dell’economia e della società, dunque, attraverso l’erogazione di bonus e l’attuazione di provvedimenti atti a salvaguardare la tutela dello stato italiano e della sua popolazione. Il decreto prevede i 55 miliardi di euro di risorse, tra cui i 600 milioni per ridurre i costi fissi di bollette per le utenze non domestiche. Ma vediamo nel dettaglio il Decreto Rilancio legato all’energia elettrica.

La riduzione per le bollette delle piccole imprese

Nel Decreto Rilancio, per quanto riguarda ciò che concerne l’energia elettrica, ci sono delle precise indicazioni; ad esempio è previsto che vengano rese meno esose le bollette delle piccole imprese, le quali altrimenti si troverebbero ad essere sopraffatte da costi troppo elevati da gestire in un periodo tanto delicato come questo. Tutti i piccoli esercizi commerciali, ma anche i professionisti e i servizi con una potenza superiore ai 3 kW per il periodo che va da maggio a luglio 2020 vedranno azzerata la quota che si riferisce alla potenza, e dovranno pagare soltanto una quota fissa ridotta. Il risparmio per gli esercenti andrà dal 70% per i negozi chiusi, al 20% per quelli che hanno riaperto. Il ricompenso della riduzione dell’importo in bolletta è a carico del Bilancio dello Stato.

La proroga per i certificati bianchi

Il Decreto Rilancio prevede, tra le altre cose, che vengano chiusi fino al 30 novembre 2020 i certificati bianchi, ovvero i titoli di efficienza energetica, anche detti TEE. Si tratta di un provvedimento che aiuta gli operatori a tirare un sospiro di sollievo data l’importanza dei certificati per l’efficienza energetica nel settore dell’industria, e ad affrontare la crisi con maggiore speranza. I certificati sono emessi dal Gestore dei Mercati Energetici, e con la proroga il mercato avrà maggiore tempo per tornare alla normalità. Il mercato ha più tempo utile, in questo modo, di riprendersi anche a lungo termine e rimettersi in sesto in seguito agli ultimi recenti fatti verificatisi.

Superbonus 110%

In materia di rilancio e di ripresa economica il Governo ha pensato agli incentivi che rappresentano una grande possibilità di risparmio ed un’occasione unica per chi avesse intenzione di attuare degli interventi atti a migliorare l’efficienza dell’energia delle proprie abitazioni e degli edifici in generale. La detrazione del 110% delle spesse sostenute aspetta a chi procederà con i lavori di efficientamento energetico, miglioramento sismico, installazione di impianti fotovoltaici o di colonnine per la ricarica delle auto elettriche. Si tratta di un bonus che consente di riprendere, nell’arco di cinque anni, quanto speso nel periodo che va dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per le opere appena citate.

  • Riqualificazione energetica (Ecobonus): consente di riprendere quanto speso per le opere di riqualificazione energetica, ossia, per gli interventi di isolamento termico, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con un impianto dotato di caldaia a condensazione, impianti dotati di pompa di calore o impianti geotermici e la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore per l’acqua calda sanitaria.
  • Interventi antisismici (Sismabonus): anche per gli interventi di miglioramento sismico si potrà beneficiare del Superbonus al 110% su edifici che si trovano nelle zone sismiche ad alta pericolosità e comprende la riduzione del rischio sismico che determini il passaggio ad una o due classi, cosi come, gli interventi di demolizione e ricostruzione.
  • Gli impianti fotovoltaici: anche gli impianti fotovoltaici vengono incentivati dal Decreto Rilancio, che tende a promuovere gli interventi, in generale, di valorizzazione energetica; un rimborso del 110% è previsto per chi voglia dotarsi di un impianto per la produzione di energia, a patto che l’installazione abbia la finalità di migliorare il livello energetico e che l’intervento quindi, venga effettuato insieme ad almeno uno degli interventi di riqualificazione energetica, elencati sopra. Per dare diritto al bonus previsto dallo Stato, i pagamenti per i lavori dovranno essere effettuati con bonifici parlanti che rivelino i vari costi che sono stati sostenuti, garantendo in questo modo la liceità dell’intervento, in più, dovrà essere inviata una relazione finale dei lavori all’Enea.
  • Le colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici: il Decreto Rilancio punta anche sull’innovazione, incentivando l’installazione di colonnine per la ricarica delle auto elettriche a scopo privato. L’installazione delle colonnine, inoltre, deve essere fatta insieme ad un intervento definito Master; ad esempio un isolamento termico, oppure la sostituzione di climatizzazione invernale, per godere dei benefici previsti dallo Stato a supporto del rilancio dell’economia del Paese.

Risparmio in bolletta con la carica mensile di wekiwi

Tutti i consumatori oggi hanno la possibilità di scegliere le tariffe più adatte alle loro esigenze, grazie al passaggio dal regime di maggior tutela al libero mercato. Con l’offerta luce di wekiwi è possibile risparmiare sulla spesa a condizioni molto convenienti per i privati e per le aziende. Il prezzo dell’energia elettrica resta bloccato per ben 12 mesi, e con l’app wekiwi puoi monitorare i tuoi consumi direttamente dal tuo smartphone. In più, con la carica mensile decidi l’importo delle tue fatture di modo che questo si avvicini il più possibile al tuo consumo medio, abbattendo i costi delle fatture stimate e scegliendo la periodicità di invio delle fatture (mensile, trimestrale e quadrimestrale). È una soluzione semplice e innovativa pensata su misura per chi vuole ridurre al minimo le spese e avere sempre sotto controllo i propri consumi. Con il Passaparola, inoltre, è possibile invitare gli amici ad usare wekiwi come fornitore di energia elettrica e ricevere uno sconto in bolletta.

In evidenza