La Giornata Mondiale dell’Ambiente

Giornata mondiale dell’ambiente: di cosa si tratta e perché si festeggia

Il 5 giugno di ogni anno ricorre la Giornata Mondiale dell’Ambiente, con la scelta di un tema e con campagne che hanno l’obiettivo di richiamare l’attenzione sui problemi che lo riguardano da vicino per sensibilizzare tutti alla responsabilità ambientale. Ogni anno l’invito è a riflettere su un tema specifico, con l’idea che tutti possano contribuire a salvare il nostro Pianeta. La giornata del 2019 era incentrata sull’inquinamento atmosferico in virtù del raggiungimento di livelli preoccupanti, che hanno superato di gran lunga i limiti consentiti dall’organizzazione Mondiale della Sanità.

L’edizione del 2020 ha per tema la biodiversità, a ispirarlo è la considerazione che tra le persone e l’ambiente debba stringersi un rapporto così forte che le spinga ad apprezzare il valore della natura e della biodiversità. Nessuno può rimanere indifferente di fronte al fatto che la vita sulla terra sia minacciata da comportamenti distruttivi, la biodiversità rappresenta la salvezza del Pianeta, per questo deve essere valorizzata e salvaguardata.

Nel 1972 il primo World Environment Day

In occasione della Conferenza di Stoccolma sull’Ambiente Umano del 1972, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il World Environment Day. La prima vera celebrazione si è aperta nel 1974 con lo slogan Only One Earth (Una sola Terra) e da allora è diventato un impegno programmatico per far sì che tutti cambino il loro atteggiamento verso le questioni ambientali e l’ecologia; per costruire tutti insieme uno sviluppo equo e sostenibile. Oltre a decidere ogni anno un tema diverso su cui vertono esposizioni e battaglie ambientali, si è stabilito di nominare un Paese e una località ospitanti, che fossero il simbolo di iniziative e manifestazioni sorte in tutto il mondo.

L’Italia è stata epicentro della ricorrenza per due volte, nel 2001 con la città di Torino e nel 2015 con la città di Roma. La protagonista del 5 giugno 2020 sarà la Colombia, in collaborazione con la Germania, perché con il 10% della biodiversità del Pianeta è un modello nella diversità di specie di uccelli e orchidee, di farfalle, pesci d’acqua dolce, anfibi e piante.

L’obiettivo più urgente: come salvaguardare l’ambiente

L’inquinamento dell’aria, delle acque e del mare, le scelte energetiche non sostenibili hanno avuto un forte impatto sul cambiamento climatico. Secondo i dati Istat, relativi agli anni 2012-2018, a preoccupare di più la popolazione italiana sono l’inquinamento dell’aria (55,7%) e i cambiamenti climatici (51%). Le statistiche sul sentire comune insieme all’allarmante stato in cui versa l’ambiente impongono un cambio di rotta per affrontare le emergenze ambientali con maggiore consapevolezza e con l’adozione di tecnologie e misure ecologiche.

I progressi fatti fino a questo momento, grazie alle politiche ambientali europee degli ultimi decenni, hanno prodotto dei segnali di miglioramento, tuttavia non sono sufficienti per centrare gli obiettivi climatici ed energetici fissati per il 2030 e il 2050. Occorre innanzitutto promuovere l’educazione ambientale, rinnovare e incrementare le tecnologie pulite, accelerare il passo verso la sostenibilità per evitare danni irreversibili. Per vincere questa sfida si deve cominciare subito, modificando le abitudini alimentari, del consumo energetico, dei sistemi di produzione e dell’uso delle risorse.

Il presente e il futuro del nostro Pianeta: le fonti rinnovabili

Nell’ottica di un futuro migliore per la Terra e per il benessere dei suoi abitanti, l’unica strada percorribile sono le energie rinnovabili. L’energia solare, la biomassa, l’energia idroelettrica, eolica, il moto ondoso, il calore della terra rappresentano l’alternativa sostenibile all’uso di fonti fossili perché sono risorse verdi, inesauribili, accessibili a tutti e, se sfruttate con le adeguate tecnologie, sono in grado di fornire energia pulita ed economica.

La necessità di impiegare le fonti rinnovabili è dettata anche dal fatto che l’approvvigionamento sconsiderato delle fonti fossili ha portato a livelli di inquinamento elevati. La fonte energetica solare è quella che l’uomo conosce da quando ha fatto la sua comparsa sulla terra, oggi è anche una delle fonti alternative più utilizzate. Sappiamo che l’energia eolica è stata una delle prime a essere sfruttate dall’uomo, ad esempio nei mulini a vento, oggi grazie agli impianti con turbina eolica produce energia elettrica. Più recente e in fase crescente è lo sviluppo dell’energia geotermica, ricavata dal calore della terra per produrre energia, e delle biomasse mediante la combustione di sostanze organiche per generare energia termica.

Wekiwi e l’energia del futuro

L’energia proveniente dalla radiazione solare è praticamente illimitata, si tratta di una materia prima che non costa nulla e che da sola potrebbe soddisfare i fabbisogni energetici dell’intero Pianeta. Le centrali solari non inquinano l’acqua e non scaricano i fumi nell’atmosfera, per questo sono una preziosa fonte di energia pulita oltre che per l’uomo anche per l’ambiente. Scegliere l’energia rinnovabile per la propria abitazione è il primo vero passo responsabile per salvaguardare la nostra salute e tutelare l’ambiente. Produrre direttamente la propria energia consente di vivere la propria vita in maniera sostenibile e di investire su un risparmio a breve e a lungo termine.

Wekiwi è l’azienda smart che aiuta a muovere i primi passi verso il cambiamento, infatti tramite wekiwi Solar mette a disposizione un simulatore online per scoprire i vantaggi dell’energia fotovoltaica, per avere una stima del preventivo e i dettagli dell’installazione di un impianto fotovoltaico. Un consulente studia i dati e le esigenze del cliente e mette a punto il miglior preventivo. Una volta accettato, verrà fissata una visita tecnica dell’installatore che farà le verifiche necessarie prima di validare il progetto. Accettato e firmato il contratto, e gestite le pratiche necessarie, viene fissato il giorno dell’installazione dei pannelli solari. Il monitoraggio del tuo impianto potrà essere gestito autonomamente accedendo alla piattaforma da pc, tablet e smartphone per tenere sempre sotto controllo il suo corretto funzionamento.

In evidenza