Come scegliere la caldaia e risparmiare sui consumi

Quando le temperature si abbassano, è fondamentale che casa e ufficio siano ben riscaldati. Da qui l’importanza di scegliere un generatore di calore che coniughi funzionalità ed efficienza per redistribuire opportunamente all’interno dell’ambiente il calore prodotto. Ecco una breve guida per individuare le tipologie di caldaia oggigiorno a disposizione e per scegliere il modello più in linea con le proprie esigenze.

Ottimi rendimenti termici con una caldaia a condensazione

Considerata il futuro dei generatori di calore, la caldaia a condensazione recupera il calore contenuto nei fumi di espulsione, calore che viene sfruttato per riscaldare l’acqua dell’impianto. In questo modo, il rendimento energetico è superiore, in media, del 15% rispetto ai modelli tradizionali, mentre le emissioni di ossido di azoto e di residui inquinanti si riducono del 70%. In grado di funzionare con i termosifoni tradizionali e con i sistemi a irraggiamento come i pannelli radianti, questa tipologia di caldaia a tenuta stagna può essere installata in ogni ambiente previo posizionamento di un tubo di scarico dell’acqua di condensa: a parità di calore prodotto, il consumo è sensibilmente minore.

Margini di risparmio significativi con una caldaia a gas

Non è un caso che la maggior parte delle famiglie italiane abbia scelto di riscaldare la casa e l’acqua sanitaria installando una caldaia a gas. Questo impianto può essere alimentato a gas metano o a gas di petrolio liquefatto. Il gas naturale offre margini di risparmio significativi rispetto agli altri combustibili, mentre il GPL si rivela competitivo nelle aree territoriali in cui non arriva la rete del gas a metano. È vero che la scelta di questo sistema di generazione di calore comporta un investimento finanziario non trascurabile, ma è altrettanto vero che, una volta ammortizzato il costo sostenuto per l’acquisto, tale soluzione risulta più economica rispetto ad un sistema con boiler elettrico, in considerazione del minor costo del gas rispetto a quello dell’elettricità.

Le caldaie murali sinonimo di sicurezza degli ambienti domestici

Caratterizzate da dimensioni compatte che ne agevolano l’installazione anche in spazi angusti, le caldaie murali da interno o da esterno sono munite di uno scambiatore in acciaio resistente alla fiamma e alla corrosione. Trattandosi di caldaie a camera stagna con tiraggio forzato, la sicurezza degli ambienti domestici è garantita in quanto la fiamma è completamente isolata dall’ambiente e l’aria prelevata dall’esterno tramite un doppio tubo che espelle l’aria inquinata interna. Questa soluzione non può, ovviamente, prescindere dal posizionamento di condotte di fumisteria con doti di tenuta che perdurino nel tempo.

Caldaie elettriche: per riscaldare in modo semplice e affidabile

I sistemi di riscaldamento elettrico sono installabili ovunque, grazie alla compattezza e alla leggerezza degli impianti. Innovative, sicure e con bassi consumi, le caldaie elettriche sono valide alternative alle tradizionali soluzioni di riscaldamento, anche in considerazione del fatto che per funzionare necessitano esclusivamente del collegamento alla rete elettrica domestica. Decisamente interessante è inoltre il fatto che, grazie alla serie di resistenze montate all’interno, l’adattamento della potenza consente di modulare ed ottimizzare il consumo di energia elettrica.

Alcuni consigli per scegliere la propria caldaia e risparmiare

Per operare una scelta ponderata ed evitare che un acquisto poco consapevole abbia delle implicazioni non trascurabili sulla bolletta, vi sono tre fattori importanti da tenere in considerazione. Innanzitutto, la marcatura CE di conformità esprime la classe di efficienza energetica: esistono quattro classi di rendimento, rappresentate da stelle. Gli impianti a quattro stelle assicurano il massimo rendimento a fronte di un minore impiego di combustibile con un conseguente risparmio energetico ed economico. In secondo luogo, la scarsa o scorretta manutenzione incide sul rendimento: ecco perché è fondamentale sottoporre l’impianto a controlli periodici e a una manutenzione scrupolosa se si vuole garantirne il giusto e regolare funzionamento.

Infine, ultimo ma non meno importante fattore da considerare la scelta del fornitore di energia e gas: poter contare su tariffe trasparenti e convenienti offre margini concreti di risparmio. Ad esempio, con il sistema di Carica Mensile wekiwi è possibile scegliere l’importo della propria carica basandosi sui consumi effettivi, adattandolo alle proprie esigenze ed eliminando così per sempre le spiacevoli bollette forfettarie.

In evidenza

MessaggioRichiamami