Valvole termostatiche: come funzionano e quanto si risparmia?

Risparmio e tutela dell’ambiente sono due concetti che vanno spesso d’accordo: le valvole termostatiche sono un’ottima soluzione per ottenere entrambi questi obiettivi. Ed è proprio per questo che la normativa europea di settore ne ha reso obbligatoria l’installazione a partire dal 1° luglio 2017.

Cerchiamo di capire di più sull’argomento e in che modo è possibile risparmiare grazie a questa soluzione per la gestione intelligente dei consumi domestici.

Valvole termostatiche: come funzionano e perché convengono

Le valvole termostatiche sono composte da una testina che si installa in corrispondenza dell’apposito corpo valvola presente su tutti i termosifoni e radiatori di casa.

La valvola consente di regolare l’afflusso di acqua calda all’interno del singolo radiatore, in modo da ottenere il riscaldamento alla temperatura desiderata. Grazie alla presenza delle valvole termostatiche sui termosifoni, pertanto, l’utilizzatore è in grado di decidere autonomamente il grado di riscaldamento di ciascun ambiente domestico.

In tal modo, ad esempio, sarà possibile mantenere la zona living a una certa temperatura, mentre corridoi, ripostigli o stanze poco frequentate possono essere riscaldate in maniera meno intensa. Generalmente, le valvole presentano una scala di valori da 1 a 5, dove 1 corrisponde alla temperatura più bassa (circa 10°) e 5 alla temperatura più alta (oltre 25°).

Si tratta di una soluzione molto intelligente per la gestione dei consumi domestici perché consente l’ottimizzazione dei costi legati al riscaldamento e, di conseguenza, un notevole risparmio sulla bolletta del gas.

Valvole termostatiche obbligatorie: cosa c’è da sapere

Come anticipato, il minore consumo di gas derivante dall’utilizzo delle valvole si traduce anche in una minore quantità di emissioni nocive nell’atmosfera, a tutto vantaggio dell’ambiente che ci circonda.

Proprio per questo, l’Unione Europea ha introdotto un regime di valvole termostatiche obbligatorie per tutti i condomini con riscaldamento centralizzato, che ha avuto inizio dal 1° luglio 2017.

In questo modo, i consumi all’interno di un condominio vengono ripartiti in maniera più rispondente alla situazione reale. Le spese relative al consumo di gas, infatti, non vengono più ripartite in base alla metratura degli appartamenti, ma, almeno in parte, dipendono dai consumi messi in atto da ciascuna famiglia.

A tal fine, in occasione dell’installazione delle valvole viene installato anche un contabilizzatore di calore, che è in grado di rilevare i consumi specifici di ogni termosifone e riferibili, quindi, al singolo appartamento.

Va evidenziato che l’installazione delle valvole non è soltanto una soluzione per risparmiare, ma un vero e proprio obbligo giuridico. Le sanzioni vanno dai 500 ai 2.500 euro per i soggetti inadempienti, e ulteriori provvedimenti sono previsti a carico del condominio. Inoltre, anche in caso di pagamento della sanzione, permane l’obbligo di installazione delle valvole.

Queste ultime non sono obbligatorie negli appartamenti dotati di impianto di riscaldamento autonomo e in tutti quei casi in cui si dimostri la materiale impossibilità di procedere all’installazione.

Il costo delle valvole termostatiche tradizionali

Ovviamente, l’acquisto e l’installazione di valvole termostatiche elettriche o di ultima generazione prevede un costo iniziale. L’immediato risparmio in bolletta che ne deriva, però, consente di recuperare rapidamente l’investimento effettuato, nel giro di circa tre anni.

In commercio si possono trovare diversi tipi di valvole, il cui prezzo può variare anche sensibilmente. È evidente che maggiore è il costo delle valvole termostatiche, migliore sarà la loro tecnologia, che consentirà quindi un maggiore risparmio e un più rapido rientro nell’investimento.

È possibile trovare valvole termostatiche con prezzi di poche decine di euro: sono quelle di tipo tradizionale, che rispondono ai requisiti di legge, ma non offrono molte opzioni di gestione.

Valvole termostatiche wireless: ecco tutti i vantaggi

Invece, un sistema con valvole termostatiche wireless permette una gestione a 360° del riscaldamento domestico. Grazie ad impianti di questo tipo, è possibile non solo selezionare una temperatura differente per ogni stanza della casa, ma anche programmare l’avvio e l’arresto del riscaldamento con riferimento ad ogni singolo termosifone.

Le valvole termostatiche programmabili consentono di differenziare la gestione a seconda degli impegni familiari: ad esempio, si può prevedere un programma di orari di accensione diverso per ogni giorno della settimana, oppure regolare lo spegnimento in maniera diversa in previsione della partenza per una vacanza.

Inoltre, la presenza di un pratico display digitale in corrispondenza di ogni valvola consente di verificare facilmente la temperatura presente in ogni stanza.

Un impianto wireless si compone di una unità di controllo centrale e delle varie valvole da installare sui diversi radiatori. Il costo più elevato delle valvole termostatiche wireless (circa 90 euro l’una) è compensato da una maggiore facilità di gestione e programmazione e dall’assoluta efficienza di questa tecnologia.

In altre parole, vengono ottimizzati i costi e si va incontro a un risparmio più consistente rispetto a quello consentito dalle valvole tradizionali. Il recupero della spesa iniziale, perciò, avviene comunque in tempi molto rapidi, e viene accompagnato da un comfort abitativo senza eguali.

Consigli per risparmiare in bolletta con le valvole termostatiche

Il risparmio in bolletta dipende anche dalla capacità di ciascuno di noi di adottare alcune buone abitudini domestiche. Ad esempio, nei mesi più freddi, è consigliabile fare arieggiare la casa per periodi brevi più volte al giorno, piuttosto che tenere aperte le finestre una sola volta, per lungo tempo.

Questo perché se la temperatura all’interno della casa si abbatte sotto un certo livello, sarà necessario un dispendio di energia molto maggiore per riscaldare gli ambienti, rispetto a quello necessario a recuperare tanti piccoli cali di temperatura.

Per lo stesso motivo, sarebbe opportuno non spegnere del tutto il riscaldamento quando ci si assenta durante la giornata, ma settare le valvole sul livello più basso.

E l’operatore? Quanto puoi risparmiare se cambi fornitore di gas?

Il risparmio domestico e la tutela dell’ambiente cominciano con le nostre piccole azioni quotidiane. Per questo è importante fare le scelte giuste sia nell’installazione di apparecchiature e impianti, sia nella scelta delle tariffe più convenienti.

Ad esempio, le tariffe trasparenti di Wekiwi ti permettono di pagare una Carica mensile dall’importo predeterminato, per non avere il problema delle bollette inaspettate o di calcoli stimati. In più, con la pratica app potrai controllare in qualsiasi momento se stai consumando più di quanto hai pagato con la Carica: in tal modo, potrai regolare i tuoi consumi ed evitare di ricevere la fattura di conguaglio.
Per i clienti più virtuosi, inoltre, sono riservati ulteriori sconti e offerte speciali.

Wekiwi ha scelto di gestire l’intero rapporto di fornitura online, dall’attivazione alla fatturazione per abbattare il più possibile i diversi costi e offrire ai propri clienti un servizio sempre più conveniente ed efficiente.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter!