Come risparmiare sugli elettrodomestici: Il ferro da stiro

Il ferro da stiro è uno degli elettrodomestici più utilizzati ma sapete quali sono tutti i trucchi per evitare che gravi sulla bolletta?

Inauguriamo la nostra guida all’utilizzo consapevole degli elettrodomestici con uno dei più temuti: il ferro da stiro! Causa di faticosi pomeriggi in piedi, di sudate epiche nel periodo estivo, di magliette rovinate e addirittura di qualche bruciatura per chi è alle prime armi.

Eppure se utilizzato in modo corretto e se si conoscono pochi semplici trucchi è possibile non solo risparmiare tempo ed energie ma anche ben 30 euro annui sulla bolletta elettrica.

Ecco cosa è necessario sapere:

Innanzitutto è bene sapere che l’uso del ferro da stiro grava in modo non indifferente sulla spesa famigliare, tanto che se ne possediamo uno con caldaia della potenza pari a 2 mila Watt e lo utilizziamo per un tempo totale di circa 12 ore al mese, avremo un consumo complessivo di 24 kWh/mese. Pertanto il costo totale mensile derivante dall’utilizzo del nostro ferro potrà variare da circa 6 a 10 euro, mentre quello annuale da 72 a 120 euro.

Una soluzione per ridurre gli sprechi potrebbe consistere nell’evitare i modelli che si riscaldano velocemente, ma anche optare per quelli in materiale di grande conducibilità, così da consumare il 50 per cento in meno di corrente, umidificare prima di iniziare a stirare e spegnere l’apparecchio quando ormai mancano solo pochi capi.

E’ comunque possibile limitare l’utilizzo del ferro adottando dei piccoli e quotidiani trucchetti, come svotare sempre il serbatoio, eliminare il calcare dal ferro riempiendo lo stesso di acqua e aceto e prestare particolare attenzione al momento del lavaggio.  Andrebbero infatti impostati programmi di lavaggio brevi, circa 600 giri di centrifuga e una temperatura media di 40°C. E’ infine consigliabile ricorrere all’acido citrico o all’aceto come ammorbidente, dato che il loro potere anticalcare distende i tessuti.

stendere_

Quando è il momento di asciugare il bucato cercate di ridurre al minimo l’utilizzo dell’asciugatrice, qualora voi ne possediate una, stendete i capi in modo che non si formino pieghe ed evitate di stendere i vestiti a cavallo del filo. Assicuratevi inoltre che magliette e pantaloni siano posizionati con il collo verso il basso, così che il peso del tessuto stirerà per noi.

Se invece cercate delle alternative al ferro…

Ricordate che potete arrotolare gli asciugamani così da lasciarli ben piegati, che le maglie a collo alto, calzini e biancheria si adegueranno perfettamente alla forma del vostro corpo e che i capi di lana e pile non vanno stirati.

Per tutto il resto dei capi cercate di tenere a mente che conviene stirare nelle ore di scarsa richiesta energetica, quindi la sera, e che è molto importante scegliere un fornitore di energia elettrica che vi consenta di monitorare attentamente i consumi.

In evidenza