Macchine da giardino e per la pulizia del garage: i consigli per sceglierle e risparmiare sui consumi

Pulire il giardino e gli spazi esterni della casa richiede una conoscenza specifica delle attrezzature presenti sul mercato e dei macchinari specifici. Analizziamone alcuni.

L´idropulitrice

L´idropulitrice è senz’altro per molti lo strumento giusto per una corretta pulizia degli spazi esterni della casa e del giardino, ma è ideale anche per pulire il garage, l’auto, la bici o rimuovere lo sporco dagli attrezzi da lavoro.
L´idropulitrice funziona attraverso il collegamento della macchina a una presa elettrica e a un rubinetto o a una sorgente d´acqua per poi scegliere l’erogatore adatto all’intervento di pulizia desiderato. Importante ricordare che esistono sia idropulitrici che funzionano ad acqua fredda ma anche macchinari più complessi in grado di erogare acqua calda, ideali ad esempio per la pulizia di spazi commerciali. In sostanza l’idropulitrice funziona aumentando la pressione dell´acqua erogata portandola anche fino a 200 Bar.
Non è facile orientarsi tra le varie offerte e scegliere il modello giusto, sicuramente come per tutte le altre attrezzature da giardino consigliamo di scegliere modelli che garantiscano durata e affidabilità. Essenziale, per la scelta di una buona idropulitrice è la differente portata d’acqua che può variare dai 340 litri/ora per un prodotto economico, ai 460 litri/ora per un prodotto più performante.

Il tagliaerba elettrico

Per avere il piacere di vivere un giardino con delle siepi potate e un prato tagliato alla perfezione non si può prescindere dall’utilizzo di un tagliaerba. Ne esistono diversi modelli sul mercato tra i quali vi ricordiamo:

  • Tagliaerba con motore a scoppio
  • Robot tagliaerba
  • Rasaerba con motore elettrico
  • Tosaerba manuale a lama elicoidale

I modelli di tagliaerba a lama elicoidale sono i più economici ma consigliati solo per operare su superfici ridotte e uniformi, senz’altro ideali per diminuire il consumo di energia nei lavori di manutenzione del giardino, in quanto non necessitano di alimentazione elettrica né di alcun combustibile. Facili da usare, non richiedono nessuna particolare manutenzione. Tra i nostri consigli segnaliamo anche i robot tagliaerba: tra le macchine di ultima generazione, sono comodi da usare in quanto non necessitano di nessun tipo di spinta o direzionamento perché dotati di sensori che consentono loro di aggirare gli ostacoli incontrati nel loro percorso. Alimentati da una batteria ricaricabile, non hanno bisogno di nessuna operazione di svuotamento. Anche se comodi da usare non sono ancora molto diffusi in quanto il loro costo è ancora elevato; in ogni caso sono ideali per superfici di media grandezza.

Tra le macchine più popolari troviamo i rasaerba con motore elettrico e i tagliaerba a motore a scoppio. Facili da usare, consentono di usufruire di diverse regolazioni per lo spessore del taglio e la velocità. Sono adatti per metrature ampie fino ai 250 metri ma presentano l´inconveniente del cavo di alimentazione che permette di utilizzare il macchinario solo nei pressi di una presa di corrente. Le operazioni di manutenzione comprendono la pulizia del motore elettrico e l´affilatura della lama di taglio.
Il tagliaerba con motore a scoppio è solitamente utilizzato per coprire superfici vaste, oltre i 500 metri quadrati. Essendo dotato di un motore molto potente non trova problemi ad affrontare rasature anche su terreni impervi e con degli avvallamenti. L´utilizzo di questo macchinario non è, però, la soluzione ideale per chi vuole risparmiare, in quanto il motore a scoppio comporta un consumo elevato di carburante e il costante controllo di filtro dell’aria, olio motore e candela.

La sabbiatrice

La sabbiatrice è un macchinario che attraverso l’alimentazione di aria compressa, getta sulle superfici da pulire un materiale abrasivo, in molti casi sabbia silicea, in modo da pulire e lucidare le superfici. Senza dubbio la sabbiatrice è in grado di aiutare nelle operazioni di pulizia degli spazi esterni, ma potrebbe essere utile anche per pulire il garage. Composta da un serbatoio per la sabbia, un tubo ed un erogatore per l´abrasivo, la sabbiatrice funziona attraverso una valvola che miscela l’aria compressa con la sabbia, spingendo poi la miscela attraverso un tubo. Un compressore comprime l’aria nel serbatoio grazie ad una valvola di sfogo, mentre il motore può essere elettrico o a combustione interna.

Macchine da giardino: i consigli per risparmiare sul consumo energetico

La scelta delle macchine da giardino comporta anche una selezione specifica per quanto riguarda il consumo energetico. Nella scelta di un’idropulitrice è importante riflettere sulle proprie esigenze personali: se si deve utilizzare il macchinario per la pulizia dei vialetti esterni e mobili da giardino sarà sufficiente un modello da 1,4 kW, abbordabile anche dal punto di vista delle bollette a fine mese. Se invece si intende utilizzare la macchina per la pulizia di tutti gli spazi esterni o per pulire le automobili della famiglia è consigliabile un modello dalla potenza maggiore.

Per quanto riguarda i tagliaerba, con l´arrivo dei modelli robot si è registrata una svolta verso l´ideazione di macchinari per giardino a impatto zero che funzionano esclusivamente a batteria. Se un classico tagliaerba a scoppio consuma da 1 a 3 litri per un’ora di lavoro, calcolando un utilizzo standard di 200 ore l’anno, il suo utilizzo comporta un consumo elevatissimo di carburante tra i 50 e i 60 litri.

Considerati i costi da sostenere, fondamentale è quindi scegliere di affidarsi a un fornitore di energia elettrica che sia trasparente e proponga soluzioni che consentano di monitorare e tenere sempre sotto controllo i propri consumi, così come permette di fare la Carica Mensile Wekiwi, una tipologia di abbonamento ideata per essere gestita dal cliente in base al suo reale fabbisogno energetico.

In evidenza