Prezzi luce e gas: quali sono le previsioni per il 2023?

Stai pensando di lasciare il mercato tutelato e passare al mercato libero? Devi essere nelle condizioni di scegliere consapevolmente la tariffa giusta per risparmiare. Confronta i prezzi di luce e gas dei vari operatori in entrambi i settori. Per paragonare le tariffe proposte dai fornitori devi considerare alcuni fattori: il prezzo dell’offerta, il consumo annuo e il consumo per fasce orarie nel caso dell’elettricità. Confronta i prezzi di luce e gas secondo questi parametri e metti in conto che da gennaio 2023 sono previsti nuovi rincari sulle bollette del gas. 

L’ultimo aggiornamento dell’Autorità di regolazione per l’energia e ambiente (ARERA), infatti, indica che i consumatori che sono ancora nel mercato tutelato si troveranno a pagare il 23,3% in più rispetto al mese precedente. Rispetto alla luce, il gas continua ad aumentare perché il suo prezzo viene determinato in base alla media dell’ultimo mese. Alla fine del 2022 si era registrata una riduzione che però non è stata sufficiente a calmierare i prezzi molto alti delle prime due settimane di dicembre 2022. Sul fronte dell’energia elettrica, invece, si può stare più tranquilli: secondo le previsioni, nel primo trimestre 2023 i prezzi della luce nell’ambito del mercato tutelato potrebbero registrare un calo del 20% rispetto all’ultimo trimestre 2022.

Che cosa incide sul prezzo di luce e gas?

La presenza di diversi operatori in forte concorrenza tra loro nel comparto dell’energia dovrebbe portare a un calo dei prezzi, consentendo di raggiungere un cospicuo risparmio in bolletta. Confronta i prezzi di luce e gas e scegli le offerte più adatte alle tue esigenze con le tariffe più convenienti. Certo, per aumentare la loro clientela i fornitori tendono a lanciare promozioni di vario genere e a proporre offerte piuttosto variegate, il che potrebbe confondere un po’ le idee. È importante capire, a prescindere, che cosa possa determinare l’aumento dei prezzi luce e gas

I costi del gas non sono sempre gli stessi e non solo in relazione all’area geografica. Dipendono anche dall’utilizzo maggiore o minore che viene fatto, può variare il prezzo per metro cubo. Questo fattore incide anche sulle offerte e sulle promozioni che vengono proposte dai diversi fornitori per cui alcune di queste sono valide solo se non si superano determinate soglie di consumo mentre altre sono attivabili per un consumo minimo di determinati metri cubi. Poi, a prescindere dall’adesione al mercato tutelato o al mercato libero e dal fornitore scelto, oltre al costo totale del consumo del gas incidono i costi per la materia prima, il costo per il trasporto e per la gestione del contatore, gli oneri di sistema e l’IVA. 

Le stesse voci di spesa aggiuntive sono facilmente verificabili anche nella bolletta della luce. Considera che, nell’ambito del mercato tutelato, l’energia elettrica non presenta un costo omogeneo durante tutta la giornata, ma un costo suddiviso in diverse fasce orarie. Nell’ultimo anno i costi delle materie prime hanno visto un forte rialzo a causa della situazione congiunturale, tra l’inflazione e la guerra russo-ucraina. 

Quanto durerà il caro bollette?

Il settore produttivo non riesce a soddisfare le incessanti richieste di energia, causate dalla continua crescita economica a livello globale, con conseguente aumento dei prezzi. Puoi verificarlo direttamente: confronta i prezzi di luce e gas tanto nel mercato tutelato quanto in quello libero. Secondo alcune stime, a causa del continuo aumento della domanda e dei costi di energia, il caro bollette potrebbe durare ancora per la prima parte del 2023.

A fronte dell’emergenza climatica e degli accordi presi dall’Unione Europea per contenere il surriscaldamento globale, molte centrali termiche e nucleari dovranno essere chiuse per incentivare il passaggio alle energie rinnovabili. Tuttavia questo non accadrà in tempi brevi, come potrai notare da una comparazione dei prezzi tra luce e gas. Secondo le previsioni dell’Autorità di regolazione per l’energia e ambiente (ARERA), facendo riferimento al mercato tutelato, il prezzo dell’elettricità calerà del quasi 20% entro la fine del primo trimestre 2023. La contrazione porterà le famiglie sotto tutela a pagare 53,11 centesimi di euro per kilowattora, tasse incluse.

Quanto costerà la luce nel 2023?

La crescita straordinaria dei prezzi dell’energia nell’ultimo anno ha avuto forti ripercussioni sulla spesa per la bolletta elettrica. Confronta i prezzi di luce e gas dei fornitori nazionali, fai il paragone con le tariffe precedenti e ti renderai conto degli aumenti. Gli esperti prevedono che la spesa per la famiglia-tipo nell’arco di dodici mesi, dal 1° aprile 2022 e il 31 marzo 2023, potrebbe essere di oltre 1.300 euro con un rialzo del 67% rispetto al periodo equivalente del 2021-2022. Sta di fatto che, almeno fino a marzo 2023, la bolletta della luce dovrebbe costare di meno. 

Puoi fare una comparazione dei prezzi di luce e gas appena riceverai la richiesta del pagamento.

Secondo quanto è stato segnalato dagli esperti, comunque, già nel quarto trimestre 2022, in base ai dati di preconsuntivo, il prezzo unico nazionale dell’elettricità (PUN) sarebbe diminuito del 48% rispetto ai livelli molto elevati del trimestre precedente. L’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente ha reso noto che, con il calo delle quotazioni all’ingrosso dei prodotti energetici e gli interventi messi in campo dal governo Meloni nella legge Bilancio, per il primo trimestre del 2023 il prezzo di riferimento dell’energia elettrica per una famiglia in regime di tutela si ridurrà del 19,5%. 

Come risparmiare sui consumi con Wekiwi?

Allo stato attuale un utente su quattro si rifornisce nel mercato libero e il numero è in costante crescita. Confronta i prezzi di luce e gas dei principali fornitori: come vedrai, in base alle tariffe più economica del libero mercato con i prezzi del tutelato, potresti arrivare a risparmiare fino a 200-250 euro all’anno. Nell’ambito del mercato libero, le proposte di Wekiwi sono tra le più vantaggiose. Se guardi sui siti privati di comparazione online, potrai vedere facilmente che le offerte dell’operatore smart sono ai primi posti. Negli ultimi anni quei portali hanno stimato risparmi sulle bollette di luce e gas per i consumatori che si sono affidati a Wekiwi, rispetto alle tariffe regolate, pari a circa 50-100 euro all’anno in media. Attiva ora l’offerta luce e gas di Wekiwi. Scopri i vantaggi della carica mensile!

In evidenza