Caro energia: come cambieranno i consumi nei prossimi mesi?

Dopo mesi difficili, è attesa un’ulteriore stangata per le bollette dell’elettricità per la fine del 2022. Famiglie e imprese italiane potrebbero essere chiamate a pagare conti aumentati del 59% a causa del caro energia e delle impennate nei prezzi che si sono verificate quest’anno. Il prezzo del gas, invece, sarà aggiornato di mese in mese con comunicazione all’inizio del mese seguente. Ad ogni modo, senza le misure dei decreti Aiuto i rincari sarebbero stati del 100%. Contro il caro energia il risparmio di energia è la prima risoluzione da adottare a partire dai nuclei familiari. Ma le buone pratiche valgono anche per industrie, pubblica amministrazione, trasporti e molte altre realtà. La scelta di un fornitore del libero mercato come Wekiwi è strategica anche in questo senso. Con questa start up luce e gas diventano soprattutto servizi, prima che bollette. Vengono offerti gli strumenti giusti per educarsi a un consumo consapevole dell’energia e quindi a un risparmio.

Quali sono le cause del caro energia?

L’aumento delle spese tra cui il caro energia sta mettendo a dura prova le capacità di risparmio e le abitudini dei consumatori. Per esempio stiamo già assistendo a una riduzione sempre più consistente dell’uso di moto, auto e, in generale, mezzi di trasporto privati a favore dei trasporti pubblici e un maggior ricorso a forme di mobilità alternative come il bike sharing o il car sharing. Quali sono le principali cause del caro energia? La situazione generale è molto grave, a partire dalla guerra tra Russia e Ucraina, rincari consistenti del prezzo all’ingrosso del gas, timori sulla sicurezza dei gasdotti e tensioni finanziarie. Nello specifico, l’incremento delle bollette per utenti e famiglie è legato soprattutto all’incremento del costo dell’energia causato, a sua volta, da quello del gas nel mercato europeo. Nel 2022 il gas naturale viene valutato sui 200 euro per megawattora, il doppio rispetto al 2021.

Quanto è aumentato il prezzo del gas nel 2022?

Secondo fonti ufficiali, nonostante l’autorità Arera sia riuscita a bloccare, in parte, il caro energia, la ricaduta sui consumatori c’è eccome. Le spese sono praticamente più che raddoppiate. è più che raddoppiata, perché per una famiglia tipo per tutto il 2022 sarà di 1.322 euro, contro i 632 euro dell’anno precedente. Secondo le stime di Assoutenti, a causa delle tariffe più salate e nonostante le misure contro il caro energia adottate dal Governo, la spesa complessiva per l’energia salirà quindi a 2.558 euro per nucleo familiare. Quanto è aumentato il gas nel 2022? Dopo due mesi di tregua, da ottobre anche il gas, oltre all’elettricità, ha visto un notevole rialzo, passando da 108,43 centesimi per metro cubo a 196 centesimi a metro cubo.  

Quanto durerà il caro energia?

Il caro energia e, in generale, il caro bollette continuerà ancora per qualche mese. La crisi energetica e i prezzi dovrebbero stabilizzarsi completamente solo quando, a livello europeo, raggiungeremo una maggiore quantità di GNL (Gas Naturale Liquefatto) importato da altri Paesi insieme allo sviluppo di nuova energia alternativa. Ma quanto durerà il caro energia esattamente? Al momento è difficile stabilirlo con certezza. Alcuni esperti e analisti prevedono che i rincari finiscano alla fine del prossimo inverno, a ridosso della primavera 2023, quando la produzione di energia elettrica diminuirebbe i consumi di gas del 10%, rispetto ai livelli di consumo registrati prima della crisi energetica. Ma anche il risparmio energetico che ciascuno può attuare nella sua quotidianità potrà essere un fattore tutt’altro che irrilevante. 

Cosa consuma di più in casa?

Anche per far fronte al caro energia i comportamenti dei singoli sono fondamentali e partono dalle abitudini all’interno delle mura domestiche e dall’uso oculato degli elettrodomestici. Cosa consuma di più in casa in vista del caro bollette? Il forno elettrico richiede più corrente rispetto a quello a gas: si può arrivare anche a 1,5 chilowatt ora (Kwh) per una cottura di un’ora a 200° centigradi. Riducendo il calore di appena 20°, scendendo a 180°, si consuma 1 kWh in 60 minuti. Per quanto riguarda la lavatrice, dipende dalle temperature utilizzate: più sono elevate, più l’apparecchio è dispendioso in termini energetici. Anche i congelatori, accesi 24 ore su 24, 7 giorni su 7, consumano tantissimo, soprattutto se sono di grandi dimensioni, come quelli a pozzetto. Lo scaldabagno elettrico è usato una resistenza di 2mila Watt, destinati per altro ad aumentare nel tempo: dopo qualche anno, dopo le incrostazioni, può arrivare a consumare fino al 30% in più. Attenzione anche a mega-tv, decoder, home theater e vasca idromassaggio, che tendono ad alzare parecchio i costi nella bolletta. 

Come risparmiare sulle bollette di luce e gas?

Contro il caro energia è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il Decreto-Legge 9 agosto 2022, n. 115 (cd DL AIUTI BIS) dal titolo “Misure urgenti in materia di energia, emergenza idrica, politiche sociali e industriali”. Il provvedimento proroga alcune misure di sostegno già in essere nel 2022, e contestualmente introduce nuove misure urgenti per contrastare l’impatto dell’aumento dei costi delle forniture energetiche. Oltre al decreto legge caro energia, è importante capire come dare qualche taglio ulteriore alla bolletta della luce attraverso le buone pratiche. Qualche dritta in più? Provate a sostituzione elettrodomestici a più elevato consumo e climatizzatori con quelli più efficienti, valutate l’installazione di nuove pompe di calore elettriche in sostituzione delle vecchie caldaie a gas e quella di pannelli solari termici per produrre acqua calda. Sostituite lampadine tradizionali con quelle a led.

 

Risparmiare sulla bolletta, sia essa del gas o della luce, è più semplice se si sceglie in modo oculato un fornitore che consenta di monitorare costantemente i vostri consumi. Se sottoscrivi un nuovo contratto luce wekiwi, potrai scegliere se optare per una tariffa fissa del prezzo dell’energia elettrica, o scegliere una tariffa variabile. Con la tariffa fissa avrai costi in bolletta sempre regolari, indipendentemente dall’andamento del mercato, invece, scegliendo la tariffa variabile delle offerte luce wekiwi, il costo in bolletta seguirà le naturali oscillazioni del prezzo della componente energia. Contattaci ora e attiva un nuovo contratto

In evidenza