Offerte gas per la casa

Libero o a maggior tutela: qual è il mercato più conveniente?

Affidarsi alle condizioni fisse o sfruttare al meglio i vantaggi della libera concorrenza? La scelta della formula di acquisto per la materia gas non deve fare solo i conti con le migliori offerte gas ma deve tenere in considerazione le possibili variazioni delle condizioni contrattuali, così come i servizi proposti dal fornitore stesso. Avere le idee ben chiare sul panorama attuale è certamente un punto a favore della scelta più adeguata. Il 31 dicembre 2022 è la data fissata quale termine ultimo di passaggio dal mercato tutelato al mercato libero. La maggior tutela consiste nell’accesso al mercato del gas a condizioni contrattuali ed economiche fissate dall’authority per l’energia. Il prezzo del gas è definito a cadenza trimestrale dall’ARERA (Autorità di Regolazione per l’Energia, le Reti e gli Ambienti) e segue l’andamento dei prezzi sul mercato della materia prima. Il mercato libero è la modalità contrattuale secondo il decreto Bersani e il disegno di legge “Concorrenza” del Senato. Dal primo gennaio 2023 verrà meno il controllo sui costi da parte dello Stato quindi la fornitura del gas sarà regolata esclusivamente dalla libera concorrenza. L’adesione al mercato libero apre fin da ora al potenziale di tariffe gas più convenienti.

Offerte gas casa: cosa non deve mancare?

Con la liberalizzazione del mercato, cambiare il fornitore può mettere di fronte all’imbarazzo della scelta tra le tante compagnie gas presenti nel mercato italiano. Numeri incomprensibili, costo del gas al metro cubo, tariffe accessorie e costi di distribuzione, sono alcune delle voci che possono mandare in confusione. Prima di sottoscrivere un nuovo contratto gas, è quindi preferibile valutare il mercato attuale a partire da alcune semplici considerazioni. Il costo medio della bolletta del gas è costituito dal prezzo del gas e dai costi accessori. La possibilità di forme di pagamento alternative delle bollette, tramite domiciliazione bancaria, ad esempio, e l’affidabilità della compagnia sono elementi che possono mettere al riparo da sgradevoli sorprese. Guardare al prezzo della materia prima è certamente importante ma non è l’unico fattore da prendere in considerazione.

Il confronto delle tariffe del gas deve necessariamente tenere conto della formula contrattuale:

  • il prezzo fisso blocca il costo del gas per l’intera durata del contratto,
  • la tariffa indicizzata consente di risparmiare se i prezzi della materia prima scendono ma non mette al riparo da eventuali rincari,
  • la formula tutto compreso consiste in un canone entro determinati margini di consumo, il vantaggio sta nel mettere a bilancio l’uscita annuale per il gas.

wekiwi, i motivi di una scelta alternativa

La scelta del fornitore più conveniente, quindi, non può basarsi sulla valutazione delle sole tariffe gas. Wekiwi, si distingue per la convenienza del servizio complessivo e la possibilità di scegliere tra la fornitura gas a prezzo fisso o a tariffa variabile. Le due soluzioni si adattano alle varie esigenze e al tipo di utilizzo. Dedicato ai privati e alle aziende, il vantaggio di scegliere il prezzo fisso della materia prima è quello di avere il costo del gas bloccato per 12 mesi. In più, wekiwi punta a premiare chi riesce ad ottimizzare le risorse: chi risparmia ottiene un ulteriore ribasso. Sconti e bonus in bolletta costituiscono alcune delle forme di risparmio e molto è affidato anche al passaparola: presentando un amico, è infatti possibile ottenere un bonus in bolletta.

wekiwi e il concetto di smart energy

Scegliere quanto e quando pagare, questa è una delle idee che rendono l’offerta wekiwi non solo conveniente ma anche intelligente. Il sistema della carica mensile consente di decidere in autonomia la periodicità della carica anticipata e l’importo delle fatture, mettendosi così al riparo da spiacevoli sorprese in bolletta, oltre ai consumi stimati. Grazie alla comunicazione limpida da parte del fornitore, lo strumento può essere utilizzato in modo mirato ed offrire un ulteriore risparmio in bolletta nel caso in cui i consumi effettivi sono pari all’importo medio della spesa mensile.

A tutto vantaggio della gestione smart della bolletta del gas, wekiwi mette a disposizione una App dedicata dove è possibile modificare il proprio profilo, visualizzare il riepilogo delle fatture energetiche e inviare l’autolettura gas in tempo reale. Inoltre, la possibilità di seguire i grafici dei consumi offre un ottimo approccio per valutare gli eventuali sprechi di energia, intervenendo sui punti deboli. In più, la semplicità nel richiedere l’assistenza diretta tramite App garantisce un approccio più rapido in caso di dubbi o problematiche, garantendo così un miglioramento della quotidiana esperienza di utilizzo.

Cambio fornitore, i vantaggi di farlo online

Avvalersi della rete è pratico sia per scegliere la soluzione più adatta sia al momento dell’attivazione di una nuova utenza. Oltre al documento di identità e al codice fiscale, è bene avere a portata di mano il codice pdr. Il dato è presente sulla fattura del vecchio fornitore o, in alternativa, si può estrapolare direttamente dal contatore del gas. La sottoscrizione online è guidata quindi indirizza l’utente alla compilazione con:

  • i dati di recapito,
  • gli indirizzi di residenza, di fornitura e di invio delle fatture,
  • gli estremi del conto corrente per la domiciliazione bancaria delle utenze,
  • il codice pdr gas.

Alla semplicità della procedura si associa la comodità di cambiare il fornitore gas ovunque ci si trovi. È sufficiente qualche click e l’attesa dei tempi tecnici di attivazione per entrare nel mondo del gas wekiwi.

In evidenza