Utenze domestiche con i consigli sul risparmio

Le utenze domestiche includono beni, servizi e relativi consumi che riguardano sia le abitazioni private che spazi ad esse connessi, come garage o cantine. Le principali e più note utenze domestiche sono la luce, il gas, l’acqua e il riscaldamento. Le utenze non domestiche, invece, si riferiscono a tutti questi servizi che non sono collegabili all’abitazione privata, dunque uffici, magazzini, negozi, aziende, capannoni ecc. Oltre a distinguersi per diverse utilità e possibilità del risparmio, le modalità di pagamento e servizi vari cambiano a seconda che si tratti di utenze domestiche di prima casa o meno. Ma scopriamo nel dettaglio le principali utenze domestiche con utili consigli sul risparmio.

Utenza domestica luce

Tra le utenze domestiche, la luce è una delle più importanti e per poter utilizzare l’energia elettrica ininterrottamente, sarà necessario sottoscrivere un contratto luce, la cui stipulazione varia in base alla situazione di partenza. Se la casa è nuova occorre effettuare l’allaccio della luce alla più vicina cabina elettrice e poi installare il contatore, strumento che funge da connettore tra l’energia domestica e la rete di distribuzione nazionale. Se la casa è disabitata da molto tempo ma ha avuto un precedente inquilino che ha però disabilitato il contatore bisogna effettuare il subentro per riattivare il contatore e beneficiare della fornitura luce. La voltura luce, invece, serve per cambiare il nome del destinatario su un contratto già stipulato e ancora valido. È possibile, inoltre, cambiare semplicemente fornitore anche senza subentro o voltura, in occasione di tariffe luce più vantaggiose, grazie al mercato libero luce e gas e la possibilità di poter scegliere liberamente il proprio fornitore. In più, a partire da 30 settembre 2021, è possibile richiedere la voltura con cambio fornitore in un’unica soluzione.

Sono tantissimi gli accorgimenti per risparmiare sull’utenza della luce: la prima è sostituire le lampadine fluorescenti o alogene con le lampadine led che generano la stessa quantità di luce ma consumano molto meno. Un utile accorgimento è sostituire i vecchi elettrodomestici con gli apparecchi di classe energetica migliore, così come scegliere gli elettrodomestici smart che possono garantire un ottimo risparmio se comandati tramite uno smartphone: è possibile, ad esempio, attivare una lavatrice intelligente nelle fasce orarie meno costose e garantire così un notevole risparmio energetico.

Utenza domestica gas

L’utenza domestica gas comprende la fornitura e il consumo di gas destinati alla cucina e al riscaldamento. Per godere di tali servizi è necessario stipulare un contratto gas, che può essere con o senza allaccio a seconda che la casa sia nuova e non esista ancora un contatore collegato alla rete di distruzione locale. In questo caso è necessario effettuare prima l’allaccio. Il contratto con subentro è necessario se la casa ha già un contatore, però disattivato, e dunque occorre riattivarlo senza bisogno dell’allaccio gas. Se invece si desidera effettuare un cambio del destinatario del contratto basta effettuare una voltura. Per quanto riguarda, invece, il cambio fornitore, grazie al mercato libero ci si può affidare ad un’altra compagnia gas in qualsiasi momento, sottoscrivendo un nuovo contratto alle migliori condizioni e tariffe gas.

L’utenza domestica gas richiede un uso consapevole sia dei fornelli a gas che l’utilizzo di caldaia, contribuendo così ad un risparmio in bolletta. Il primo consiglio è di evitare l’utilizzo della fiamma al massimo se non strettamente necessario e di effettuare sempre l’autolettura gas per informare il proprio fornitore dei consumi effettivi, tenendo costantemente monitorato il consumo soprattutto nei mesi più freddi. Per quanto riguarda la caldaia a gas utilizzata per riscaldamento, sarebbe opportuno accenderla solamente di giorno e lasciarla spenta di notte, evitando di aprire le finestre per non disperdere il calore.

Utenza domestica di riscaldamento

Esistono vari tipi di riscaldamento domestico: quello autonomo è interamente gestito dal singolo utente, mentre il riscaldamento centralizzato è tipico dei condomini e impone che i termosifoni vengano accesi a orari precisi, stabiliti dalla legge a seconda dell’area geografica. Il teleriscaldamento, infine, è una novità degli ultimi anni e permette di godere del servizio a distanza, grazie a una rete di conduzione che trasporta il calore generato da strutture di cogenerazione. È noto per il minor impatto ambientale e per il sensibile risparmio di costi ed energia.

Per risparmiare sull’utenza di riscaldamento sono molto utili le valvole termostatiche, dei dispositivi costituiti da una capsula piena di liquido termostatico, il quale si espande con l’aumentare della temperatura della stanza causando l’aumento di volume della capsula e di conseguenza la riduzione della quantità di acqua nel radiatore. Inoltre, è opportuno non coprire i termosifoni con panni bagnati per non sprecare il calore, così come tenere la casa calda d’inverno ma non impostare la temperatura oltre i 21 gradi.

Utenza domestica dell’acqua

Il servizio idrico è una delle principali utenze domestiche e di fondamentale importanza per un’abitazione. La gestione dell’acqua viene affidata al gestore che cambia in base al comune in cui si trova la casa. Per collegare l’abitazione alla rete dell’acquedotto, bisogna fare la richiesta per l’allacciamento, attendere il sopralluogo di un tecnico, il preventivo e alla fine l’allaccio vero e proprio, l’installazione e la prima attivazione del contatore dell’acqua. Anche in questo caso si può effettuare la voltura se il contratto è ancora attivo o il subentro nel caso in cui il contratto sia stato disattivato.

Per un risparmio idrico sarà di basilare importanza non sprecare acqua, chiudendo rubinetti e doccia quando si sta utilizzando del sapone o lo spazzolino, e aprirla soltanto per sciacquare. È possibile usare l’acqua di cottura della pasta per lavare i piatti e avviare gli elettrodomestici come lavatrice e lavastoviglie solamente a capienza piena. Riparare il rubinetto o water che perdono e innaffiare le piante con la stessa acqua utilizzata per lavare le verdure, sono gli altri accorgimenti da prendere in considerazione. Un altro consiglio è prestare attenzione all’utilizzo dell’acqua calda: sia con la caldaia a gas che con quella elettrica, sarà necessario utilizzare l’acqua calda solamente quando strettamente necessario per non gravare ulteriormente sulla bolletta di luce e gas.

Altri consigli per risparmiare sulle utenze domestiche

I contratti dual fuel sono un’ottima strategia per risparmiare, perché consentono di usufruire delle utenze luce e gas tramite uno stesso fornitore: in questo modo è possibile godere di maggiori sconti rispetto a quelli offerti da due diversi fornitori. Per avere la massima efficienza e un notevole risparmio sulle utenze domestiche sarà necessario prestare attenzione anche alla riqualificazione energetica dell’abitazione: l’isolamento termico come il cappotto termico e la coibentazione del tetto, aiuteranno a mantenere isolato il calore e quindi abbassare molto i consumi del riscaldamento, così come la sostituzione degli infissi che contribuirà al minor dispendio energetico per il raffreddamento o il riscaldamento dell’ambiente. Non da meno sono le energie rinnovabili che permettono un ulteriore risparmio sulle utenze luce e gas e in generale sul consumo di energia. Energia solare ed energia eolica sono tra le fonti rinnovabili più utilizzate e includono gli impianti green di facile installazione con un risparmio garantito: basti pensare ad uno smartflower o un minieolico da collocare presso la propria abitazione.

Perché scegliere wekiwi

Grazie alla liberalizzazione del mercato energetico è possibile scegliere il proprio fornitore di fiducia a seconda delle migliori offerte. Wekiwi propone tariffe fisse o variabili per la fornitura di energia elettrica e gas, sia per privati che per aziende, con risparmi testati e dimostrati negli anni. Il servizio è monitorabile tramite l’app wekiwi che consente di pagare le bollette in autonomia, di controllare i consumi e di impostare una soglia di consumo attraverso il servizio di carica mensile. Con il sistema passaparola wekiwi premia i clienti che fanno iscrivere nuovi utenti con sconti sulla bolletta. In più, con wekiwi solar hai la possibilità di installare un impianto fotovoltaico: dopo una consulenza telefonica e il sopralluogo, un team esperto installerà l’impianto occupandosi di tutte le pratiche burocratiche e il monitoraggio periodico del servizio, per verificare che tutto funzioni correttamente.

Inizia subito a risparmiare sulla tua bolletta con wekiwi!